Il silenzio a volte è meglio di tante parole. Sì, perché se chiami uno dei numeri erotici zitto e godi che trovi su questa pagina, puoi tranquillamente tacere mentre la ragazza che ti risponderà ti porterà piano piano a godere con lei.

Numeri erotici hard zitto e godi

Non c'è bisogno di parlare, il tono della voce della ragazza, il suo respiro che si fa sempre più affannoso, la voce che si spezza mentre i brividi le percorrono il corpo saranno sufficienti a farti arrivare all'orgasmo. Anzi, se parli potresti anche interrompere il suo percorso mentale, il modo in cui si sta eccitando per te oltre che per lei, e non sarebbe la stessa cosa.

D'altra parte anche il silenzio è complice, soprattutto quando si fa sesso. E' la tensione del momento quella che dà maggiori risultati: zitto e godi, non cercare di capirci troppo!

Ascolta e godi

Chi pensa che ascoltare delle persone godere mentre fanno sesso sia una deviazione, quasi una malattia, non ha capito niente. A sostegno di questa affermazione possiamo portare uno studio fatto in America, qualche anno fa, che attesta come più del 65% delle donne fingano un orgasmo. La cosa incredibile è che anche il 25% degli uomini lo fa. Come fanno gli uomini a fingere? Semplicemente confondendo l’eiaculazione con l’orgasmo, che non è la stessa cosa! L’eiaculazione è una cosa fisica, l’orgasmo è coinvolge principalmente la testa oltre che il corpo.

Hanno poi fatto un test su un campione molto ampio di quegli uomini che hanno detto che fingono l’orgasmo, ben sapendo che è solo per scaricarsi fisicamente. Hanno fatto sentire loro la registrazione di orgasmi alla fine di rapporti sessuali reali, sesso di coppia, sesso tramite masturbazione, sesso orale, sesso con l’uso di toys e così via. Questo "ascolto e godi" è stato altamente educativo. La maggior parte di quegli uomini che fingevano, magari senza saperlo, hanno compreso l'abisso che separa il piacere finto dall'orgasmo vero e proprio. Provare per credere. Questo è già chiaro ad un nostro amico, talmente tanto convinto che l’orgasmo vero per lui è solo ascoltando ed immaginando cosa due persone stanno facendo e quanto siano eccitati nel fare sesso, che ci ha mandato la storia della sua vita, ci ha spiegato quando e come è diventato un amante della situazione “zitto e godi”.

Una storia vera

Il tutto è iniziato da giovanissimo, quando una notte, sudato e bisognoso di fare pipì, si era alzato per andare in bagno. A metà corridoio aveva sentito dei gemiti provenire dalla camera dei genitori. Era rimasto impietrito. Non sapeva cosa stessero facendo, ma sapeva che quello che sentiva gli procurava un’emozione così intensa da farlo rimanere pietrificato, immobile, quasi senza respirare, per paura che lo sentissero. Una forma di godimento nascosto: poteva soltanto stare zitto e godere di quella strana ma inebriante situazione. Era certo che non fossero gemiti di dolore, l’istinto glielo diceva.

chiamate erotiche

Rimase lì per tutto il tempo durante il quale quei gemiti continuarono, fino a quell’urlo finale, alto, lungo, di liberazione, ed era ritornato di corsa in camera sua per paura che i genitori lo scoprissero, senza neanche fare la pipì. Nel buio della sua cameretta, senza poter riuscire a dormire per quello che aveva sentito, aveva iniziato, inconsciamente, ad elaborare l'accaduto. Il piacere soffuso allo stomaco, il caldo al basso ventre, ed uno strano inturgidimento dell'affarino tra le gambe, che fino a quel momento non aveva mai considerato.

Crescendo, aveva in parte dimenticato l'episodio, fino a quando, ormai ragazzo, non aveva sentito il suo amico del cuore che iniziava a sperimentare con una ragazza. Invece di provare ad entrare nella stanza dove i due stavano toccandosi e gemendo dal piacere, era rimasto in ascolto, zitto a godere con la mano sul suo uccello ormai maturo, ed era arrivato all'orgasmo quasi senza accorgersene, tanto lo eccitavano le voci che sentiva dall'atra parte della porta.

Da quel giorno aveva iniziato a seguire il suo amico di nascosto, quando lo vedeva andare via con la fidanzatina. Lui non sentiva il bisogno di trovarsene una tutta per se, ma godeva come un matto nello stare zitto ad ascoltare i rapporti sessuali degli altri. Ormai adulto si era lasciato coinvolgere da una ragazza diversa dalle altre, secondo i suoi standard, e l'aveva anche sposata. Il sesso con lei era buono, certo, ma mai quanto quello che gli proveniva dal fatto di stare zitto nell'ascoltare gli altri mentre lo facevano. Zitto e godi, insomma, era la sua vera natura. Allora rincominciò a seguire gli altri, ad andare nei posti dove si ritiravano le coppie in macchina per fare sesso. Non si sentiva interessato dal guardare, ma soltanto dall'ascoltare. Lasciava sempre la macchina lontano e raggiungeva a piedi questi posti, fino a trovare la macchina che sembrava quella giusta. Avvicinandosi furtivamente, rimaneva accucciato vicino alla portiera e stava lì, zitto, ad ascoltare gemiti, urla e sospiri di piacere. Il culmine lo raggiungeva quando la donna veniva, magari urlando tutto il suo piacere mentre l'orgasmo la privava di ogni energia.

numeri porno

Il nostro amico continua tuttora a seguire la filosofia del “zitto e godi”, nonostante il suo rapporto coniugale comunque buono. Sono due cose diverse. Una è fare l'amore con la propria donna, partecipando fisicamente al rapporto. L'altra è la perversione, la trasgressione, la distaccata ma estremamente coinvolgente partecipazione della mente al raggiungimento del piacere sessuale. Nel primo caso, quando fa sesso con sua moglie, ha un'eiaculazione, ma non un orgasmo. Nel secondo, zitto e godi, ha un orgasmo reale, perché è la sua fantasia, nel seguire l'evolversi di un rapporto fatto da altri, che lo porta all'orgasmo. Zitto e godi con noi. Se vuoi anche tu raccontarci il perché preferisci questa situazione ad un rapporto fisico reale, scrivicelo all'indirizzo mail che torvi sotto.